Prestiti personali senza busta paga

Come ottenere prestiti personali senza busta paga in maniera semplice e veloce: 4 garanzie alternative da sfruttare subito se non si è lavoratori dipendenti per accedere ad un prestito personale senza busta paga.

Per ottenere un prestito occorre fornire all'istituto erogante alcune garanzie, garanzie che quasi sempre si identificano con la busta paga del richiedente.


Prestiti senza busta paga: come fare?

Si possono ottenere prestiti personali senza busta paga? Molte persone si chiedono se è possibile ottenere finanziamenti senza busta paga. Generalmente per ricevere un finanziamento personale è sempre obbligatorio offrire garanzie reali alla società che eroga il finanziamento.

Per garanzie reali si intendono uno stipendio, una pensione o comunque delle entrate verificabili o un bene da fornire in garanzia.

In base a quanto su esposto vi è la possibilità di richiedere un prestito personale senza busta paga se ad esempio si dispone di un’abitazione di proprietà o comunque di entrate per fronteggiare le rate del prestito.

Se per ottenere un finanziamento si è disposti a gravare la casa con un'ipoteca, è necessario cercate una banca che offra mutui ipotecari per liquidità. In alternativa c'è la possibilità di stipulare un prestito coobligato (servendosi quindi di un garante). Il garante a sua volta dovrà offrire delle garanzie reali come un lavoro e delle entrate dimostrabili.

Prestiti per lavoratori atipici

Negli ultimi anni però sono sempre di più i lavoratori atipici, che hanno magari anche un ottimo introito ma senza la relativa sicurezza di un lavoro da dipendente tradizionale.

Per queste persone ottenere un prestito non è altrettanto facile ed immediato, anche se ci sono alcune soluzioni che consentono di ovviare all'inconveniente ed offrire alla banca o alla finanziaria sufficienti garanzie per concedere il finanziamento.

Il caso più comune è quello dei lavoratori autonomi che pur non percependo una busta paga possono ottenere un finanziamento dimostrando il loro reddito con altri documenti. Una di queste garanzie è la dichiarazione dei redditi degli anni precedenti. Grazie a questo documento la banca può rendersi conto di quanto incassi il lavoratore autonomo e quindi se è in grado di restituire il denaro che richiede.

E’ sottointeso che i lavoratori autonomi (quindi non muniti di busta paga) possono ottenere prestiti se rientrano nei parametri fissati dalle finanziarie. Tali parametri hanno solitamente le seguenti caratteristiche: nessuna segnalazione o protesto alla centrale rischi della banca dati, nessun altro prestito o mutuo in corso, finanziamento che non superi il 25-30% del proprio reddito dimostrato, etc.


Prestiti personali senza busta paga: cosa vuol dire?

Quando si parla di prestiti senza busta paga non significa che il finanziamento viene concesso a chi non ha denaro o a chi non possiede nessun bene: sarebbe una utopia, facile da comprendere.

Non è infatti assolutamente possibile ottenere un finanziamento senza avere un reddito, qualsiasi esso sia. Per questo motivo gli istituti bancari vengono incontro ai lavoratori che percepiscono un reddito con una documentazione che lo certifica, differente dalla busta paga: un esempio è il CUD.

Un lavoratore senza busta ha un reddito non dimostrabile, ma comunque percepisce una retribuzione, probabilmente con un accredito in banca, come nel caso di contratti di lavoro atipici, delle collaborazione continuative o a tempo determinato, i contratti a progetto e i contratti stagionali, i lavoratori in cassa integrazione.

Questa tipologia di lavoratori percepisce una retribuzione con la quale ha la possibilità di pagare le rate del finanziamento, ma non ha la classica busta paga. Al termine dell'anno avrà però un documento di reddito. Con questo è possibile ottenere un prestito personale.

Prestiti personali senza busta paga: 4 garanzie alternative

Immobile in garanzia

La soluzione più immediata è quella di offrire in garanzia un proprio eventuale immobile di proprietà. La casa diventa in questo modo uno strumento fondamentale per ottenere denaro dalla banca, rappresentando una garanzia sicura ed inalienabile. Offrire la propria abitazione come garanzia però comporta un rischio non indifferente, perchè nel caso non si riuscisse a ripagare le rate del prestito si correrebbe un serio rischio visto che la banca potrebbe rifarsi sul bene offerto come garanzia.

Conto corrente

Se però avete da tempo un conto corrente in quella banca e la richiesta di finanziamento personale è limitata ad un piccolo prestito, spesso la sola regolarità delle vostre operazioni sul conto sarà sufficiente a fare da garanzia. Parlate con la banca, e non esitate a mostrare la vostra continuità nel rapporto come correntista.

Un garante

L'ultima soluzione è quella di avere una terza persona a fare da garante per il prestito, controfirmando le pratiche.

Ovviamente questa persona dovrà essere in grado di offrire alla banca le garanzie richieste, come ad esempio la busta paga, ed in caso di vostra insolvenza sarà chiamato a rispondere per coprire il debito rimanente.

Cambiali e pegni

Ottenere prestiti senza busta paga, in assenza qualsiasi garanzia, può essere molto difficile. In mancanza della busta paga, gli strumenti a tutela del credito sono i seguenti: cambiale (con pignoramento dei beni posseduti in caso di insolvenza) oppure pegno su beni mobili di valore (dove sono i beni a fare da garanzia).

Prestiti senza busta paga e senza garante

Di questi tempi ottenere un prestito senza busta paga e senza un garante che possa aiutarci in caso di bisogno è molto complesso. È fondamentale fare molta attenzione. Non bisogna fidarsi di chi promette risultati incredibili in poco tempo.

Ad esempio, i prestiti senza busta paga generalmente non vengono concessi ai lavoratori che pur disponendo di un'occupazione in nero non hanno modo di certificare le proprie entrate.

Sconsigliamo vivamente di rivolgersi a mediatori creditizi o finanziarie poco serie che promettono prestiti senza busta paga senza entrate certificate.

Sovente si tratta di veri e propri truffatori che, intascato un anticipo da parte vostra giustificato come spese d’istruttoria, non vi potranno erogare il prestito poichè semplicemente non sarà possibile farlo in quanto fuori dai parametri richiesti.

Come abbiamo già detto, l’unica possibilità di ricevere un prestito senza proprio nessuna entrata dimostrabile è il prestito vitalizio ipotecario che la banca o la finanziaria può erogare solo a fronte della garanzia di un'abitazione.

Consigli e raccomandazioni

I prestiti personali senza busta paga permettono di ottenere importi contenuti, che di norma non superano i 5.000 euro.

Si raccomanda di comparare sempre le offerte per scegliere la più conveniente e di consultare con estrema attenzione i siti internet ufficiali di ciascuna finanziaria per leggere i dettagli delle varie proposte.

Altre informazioni: